PDF Stampa E-mail

IL MANUALE DI SOPRAVVIVENZA

DEL FIGLIO UNICO

 

 

 

Caro figlio unico,

eccoti qui 14 mosse segrete da seguire per essere felice e contento… tutto garantito!

Parola di una figlia unica da generazioni di figli unici.

Non è una malattia rara… a tutto c’è rimedio!

 

Ecco i suggerimenti:

  1. Come sopravvivere alla lontananza dei genitori quando si è piccoli.

Non tenere orologi in casa; spremiti le meningi ed inventati sempre nuovi giochi.

L’amico immaginario è utile (vedi punto7), così come lo è un animaletto (vedi punto 14).

  1. Come sopravvivere all’ingombrante presenza dei genitori quando tornano a casa.

Vogliono dirti cosa fare e quando farla, dopo che sono stati via tutta la giornata: ”Pulisci, riordina… no il telecomando lo tengo io… tu sei piccolo/a!”

  1. Capire cosa vogliono dire questi adulti: i messaggi contraddittori a seconda dell’umore.

Un giorno ti dicono “non buttare le cartine a terra!” poi siete per strada e non trovate il cestino, allora loro buttano cartine e sigarette per terra.

Oppure: “Non mangiare sul divano!”… ed è così che trovi la mamma che guarda la sua telenovela preferita con i biscotti, proprio sul divano.

Ancora: ”Non guardare la televisione fino a tardi!” e ti svegli nel cuore della notte e ti trovi papà che si guarda i film d’ azione e di guerra in incognito.

Cosa fare? Munisciti di ottima plastilina per tapparti le orecchie.

Costruisciti una dependance con del bel cartone grande da frigo o una piccola tenda da campeggio in camera tua o in un tranquillo angoletto di casa.

  1. Sopravvivere alle litigate tra genitori pur essendo il loro capro espiatorio preferito.

Ci sono delle brutte giornate in cui i genitori litigano tra loro, volano oggetti ed insulti… alle volte tutto questo può durare dei giorni interi.

Cercate di non intromettervi o di voler sapere a tutti i costi le loro motivazioni (anche perché ognuno vi dirà le sue pensando di aver piena ragione)… poi mettete al sicuro le cose cui tenete di più  e costruitevi un’armatura anti-sfondamento con scudo ed elmetto.

  1. Non diventare troppo viziato pensando di poter aver tutto (cose materiali per sostituire l’amore mancato) e pensando di essere, nel bene e nel male, il centro di tutto.

Quando ti guardi allo specchio rimani obiettivo nel valutare i tuoi pregi e i tuoi difetti; se sei critico con gli altri vantando te stesso, sii critico invece anche con te stesso; fai sempre tu il primo passo verso gli altri; regala sempre ciò che usi poco o affatto ed impara a rinunciare; fai il tuo dovere, studia e comportati bene rispettando le regole di casa; fatti sempre nuovi amici.

  1. Gli amici: veri ed immaginari.

Sono indispensabili sia gli uni che gli altri: gli amici veri sono la gioia di stare insieme, l’allegria, la confidenza dei segreti, il confronto e la compagnia; gli amici immaginari vanno benissimo quando (momentaneamente) i primi mancano: per esempio è buio e sei da solo nel tuo letto pieno di paura o non ce la fai a studiare e lo invochi disperatamente;

sei in bicicletta in salita e non sai a che santo votarti.

  1. I primi innamoramenti.

Capita a tutti prima o poi… ma finché la cosa non è davvero seria ed ufficiale e la mamma non si sa se è davvero una tomba con i segreti, forse è meglio tenere un bel diario segreto o confidarsi con un amico/a.

I genitori potrebbero essere molto gelosi o peggio cominciare a sentirsi vecchi.

  1. I vestiti.

Scegliti uno stile sempre personale, non seguire le mode o solo perché hai la disponibilità economica comprare vestiti di marca costosissimi, non ne vale la pena… i tuoi abiti te li puoi creare da te o se non altro te li puoi personalizzare.

L’originalità è sempre l’arma vincente.

  1. Il cibo.

Non mangiare la prima cosa che ti capita e finché sei piccolo fatti preparare la merenda da un adulto.

Ma ricorda che i figli unici hanno l’occasione di diventare degli ottimi  e giovanissimi cuochi per necessità… quindi sarà una virtù.

  1. Nonni e parenti vari.

Chi ha la “fortuna” di avere tanti parenti può avere anche tanta compagnia o dall’altra ricevere tanti regali per non soccombere alla solitudine in cui ti lasciano… ma attenzione, questi parenti spesso tendono a viziare… abbiate sempre rispetto delle persone più anziane di voi, ma certe idee è inevitabile che saranno un po’ retrò.

  1. Compiti e scuola.

La scuola è il tuo attuale lavoro e va preso molto seriamente, per preparati all’adulto che sarai domani.

Impegnati sempre senza riserve, puoi fare i compiti in compagnia se ti è di sostegno e aiuta chi è più in difficoltà di te.

  1. Hobby, Giochi e Divertimenti.

Qui ti puoi scatenare e ti consiglio fin da piccolo di sviluppare avidamente la tua fantasia: leggi tanti libri, parla con i tuoi amici, costruisci tante belle cose con le tue mani.

  1. Animali e Natura.

E’ sempre bene avere più creature pelose possibile accanto per mantenere vivo ed intatto il senso di appartenenza a Madre Natura e alla nostra origine.

Tante scorribande all’aria aperta nel verde aiutano ad allenare il proprio istinto, indispensabile per essere in gamba nella vita.

 

ULTIMO CONSIGLIO…

  1. Felicità.

Per stare bene però… ricordati di non  perdere mai la speranza di poter avere un fratello/sorella!!!

 

 

 

 

LindyArt©

 

 

 

 

Qual'è la tua storia preferita?
 

A.A.A. CERCASI amiche sincere e motivate, ma soprattutto creative per conribuire al gruppetto in formazione DolcEnergia
per mercatini, esposizione e beneficenza" CONTATTATEMI!